Pesca con la mosca MFCS
Ciao !

Il Forum "MFCS" è un normalissimo Forum, dove, chiunque è il benvenuto e può chiedere/dare consigli... o semplicemente condividere le proprie esperienze piscatorie.

Per accedervi basta iscriversi senza alcun obbligo di diventare ( o essere ) socio del club.

Questo è un forum libero e alla portata di tutti ... esperti pescatori o meno.

Quì, Tu sei il benvenuto.

Buona navigazione.


JJM

Accedi

Ho dimenticato la password

Agosto 2018
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Calendario Calendario

Ultimi argomenti
» presentazione nuovo e inesperto
Gio 14 Giu 2018 - 15:57 Da Admin

» ZRS Pioraco 2016...progettone !
Dom 9 Ott 2016 - 10:04 Da Admin

» Proposta di legge regionale
Gio 24 Mar 2016 - 21:56 Da MagicFLY

» Auguri a...
Dom 20 Mar 2016 - 20:25 Da MagicFLY

» LA PACE DEI SENSI
Mer 16 Mar 2016 - 11:34 Da Luca Massi


no kill...or not no kill?????

Andare in basso

no kill...or not no kill?????

Messaggio Da Pinko Pallino il Gio 27 Dic 2012 - 22:16

Ciao a tutti,
essendo una persona che non si ferma mai con la testa, continuo a farmi un milione di domande...una delle ultime, data da una discussione venuta fuori ieri a pranzo con due amici del club...e da un 3d su un altro forum, sono a chiedervi:
Voi cosa pensate dei no kill??? è meglio averli o non averli?? o meglio....è meglio che ci siano in tutte le categorie A, solo in alcune oppure è meglio che tutte le acque siano libere?? Ha ancora senso il prelievo di tutte le trote in acque libere, dato che le stesse vengono buttate in quantità elevate qualche settimana prima dell'apertura???? I nostri fiumi, sono poi così puliti da far sì che le trote siano in ottima condizione per essere mangiate????
avatar
Pinko Pallino

Data d'iscrizione : 02.11.09
Età : 43
Località : centrale!!!!

Torna in alto Andare in basso

Re: no kill...or not no kill?????

Messaggio Da MagicFLY il Gio 27 Dic 2012 - 22:28

Pinko per quanto mi riguarda penso che il No-Kill sia semplicemente la porta d'ingresso ad una mentalità che meglio si identifica con le parole "Catch & Release" (cattura e rilascia).
avatar
MagicFLY

Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 51

Torna in alto Andare in basso

Re: no kill...or not no kill?????

Messaggio Da Admin il Ven 28 Dic 2012 - 12:22

Ciao a tutti !

Faccio una premessa, io sono contrario a tutte quelle forme di divieto che ostacolano o minimizzano la libertà di qualsivoglia individuo, sia nel pensiero, parola e azione, le quali, queste siano nella legalità e nei limiti consentiti per il vivere bene comune senza mettere in difficoltà il prossimo.

Il No-Kill, impone di pescare con adeguate regole e mezzi per salvaguardare pesci e ambiente... quindi, questo per me sarebbe una offesa bella e buona vietare a un pescatore di trattenersi un bel pesce per gustarselo a tavola e se ci pensate bene, non sarebbe neanche tanto osceno se i nostri fiumi fossero ( magari ) pieni di pesce e se procreassero ristabilendo il tolto.
Ma, ahimè, le cose non stanno così... i nostri fiumi sono gravemente in "Rosso" e i pesci che troviamo sono stati immessi e, nonostante tutto, chi preleva, toglie al fiume più del dovuto, danneggiando il fiume, il sistema e se stessi.

Per me, ora come ora, il No-Kill è una bella cosa ma putroppo non basta... è vero chi sostiene che esso è un polmome ma il polmone muore se tutto il sistema va a "remengo"... dicono che le zone No-Kill sono delle riverve "Indiane" dove chi ci và è solo per prendere di più e con "pezzi" di buona taglia.

Sarà anche così, ma intanto abbiamo visto tutti e con dati alla mano che in un tratto No-Kill la vita, pesce e non solo, "rinasce" e "cresce bene" e il tutto sembri che funzioni alla meraviglia... scusate se è poco.

Io al No-Kill dico SI... e mi rimangio il "si" solo se i pescatori cambiassero la testa e iniziassero a rispettare le regole fatte dall'uomo e suggerite dalla natura dove ci sarà sicuramente un periodo di magra per chi adora cibarsi di pesce pescato ma con l'impegno di tutti e un pochino di sacrificio la natura ripagherà con interessi.

A me piace fare degli esempi, ed è lo stesso che ho fatto anche a Pinko...
Io adoro il tonno, non quello in scatola ma al trancio... lo mangerei tutti i giorni a pranzo e a cena, ma conoscendo la brutta situazione dove da quì a 30 anni i tonni potrebbero rischiare l'estinzione ho limitato di cibarmi di tonno a una sola volta al mese e anche due mesi, proprio per non incrementare la richiesta... è un piccolo passo "ma anche il più lungo dei cammini inizia da un semplice e piccolo passo" ( detto Indiano ).

Paolo


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Admin
Admin

Data d'iscrizione : 31.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: no kill...or not no kill?????

Messaggio Da lorenzo77 il Ven 4 Gen 2013 - 17:09

Io dico SI al NO KILL o CATCH RELEASE!!!!!!!!!!!!!!

Senza dilungarmi troppo,tirando fuori sempre i soliti discorsi che ne ho le scatole piene riguardo la mancanza dei controlli specialmente nelle acque categoria A,pagamenti vari per pescare,trote pollo e gommose,blà blà blà blà................secondo me si deve salvare quel poco che c'è di salvabile.Senza togliere la libertà a nessuno di pescare,personalmente sognerei le acque di categoria A tutte come il tratto del castello di Lanciano.La realtà di oggi é sempre più un elevato numero di pescatori concentrati nelle acque PESCABILI sempre in diminuizione,quindi il pesce deve essere tutelato.Comunque la soluzione è madre natura,dovremmo lasciare il territorio allo stato brado con i suoi spazi,invece l'uomo manipola tutto e poi si lamenta...........BO' non lo so,forse son diventato matto,forse siamo troppi in questa terra,forse..................

W LA LIBERTA' W IL PESCE SELVATICO

lorenzo77

Data d'iscrizione : 29.12.11
Età : 40
Località : Loreto

Torna in alto Andare in basso

Re: no kill...or not no kill?????

Messaggio Da marius il Sab 5 Gen 2013 - 17:00

Da un punto di vista esclusivamente alieutico, tralasciando volutamente qualunque considerazione di carattere ambientalista e di ecosostenibilità,

la mia coscienza di pescatore e il buon senso mi dicono che oggi l'unica scelta possibile è il no kill.

Perchè non posso e non voglio togliere a mio figlio il piacere e la soddisfazione di pescare una trota selvatica!
avatar
marius

Data d'iscrizione : 11.01.11
Età : 49
Località : Porto Recanati

Torna in alto Andare in basso

Re: no kill...or not no kill?????

Messaggio Da Penna Nera il Sab 5 Gen 2013 - 23:52

Sottoliniando che secondo il mio pensiero '' quando c'era nonno le trote si pescavano con le mani '' ... e forse e uno di questi motivi che la trota autoctono e ormai esemplare raro e in via di estenzione , certo , non dimentico inquinamento , ecc ecc.... , comunque prova inconfutabile e il monitoraggio eseguito dal club sibilla nel tratto NO-KILL del fiume potenza.

I risultati non sono ancora pronti ,ma abbiamo costatato che le trote del NO-KILL si riproducono.

Il NO-KILL e privo di immisioni quindi tutto quello che c'e e dono di un fiume che adeguatamente protetto regala delle splendide emozioni.

Purtroppo questa realta e lunga soltanto 1,800km e le emozioni spesso li iniziani li finiscono!

Il mio pensiero e' :

Io credo che nel 2013 sia giunta l'ora di passare tutte le acque di cat A e B .... NO - KILL Non limitando solo alla pesca a mosca, ma anche alle altre tecniche di pesca utilizzando esche artificiali dalle nostre care mosche per finire alle camole in silicone per la pesca al tocco! Non so se nelle Marche siamo ancora pronti per questa evoluzione da Pescatori con la P !
avatar
Penna Nera

Data d'iscrizione : 28.11.09
Età : 42
Località : Porto Recanati

Torna in alto Andare in basso

Re: no kill...or not no kill?????

Messaggio Da Eugenio Poloni il Mer 16 Gen 2013 - 8:38

Essere “Pro” o “Contro” una qualsiasi cosa (no kill compresi …) generalmente non mi piace, se non altro perché così facendo si favorisce l’arroccamento su posizioni estremistiche che non agevolano l’approfondimento e il confronto …

Personalmente mi potrei riconoscere in buona parte delle posizioni di Admin, ma ciò non dimostrerebbe di per se un bel niente, in quanto affermazione del tutto apodittica.

Non pretendo di atteggiarmi biologo (anche perché faccio un lavoro completamente diverso ..), però mi piacerebbe che nella nostra piccola comunità (MFCS) alcuni concetti basilari per un qualsiasi confronto in questa materia potessero essere condivisi con tutti in modo da parlare, nel rispetto delle varie opinioni, per lo meno, una “lingua comune”.

Tanto per fare qualche esempio, in tema di popolazioni selvatiche (di qualsiasi specie) dovremmo conoscere, almeno in linea teorica, il significato di “capacità portante”, di “dinamica delle popolazioni” di “fattori limitanti”, ecc.; vi assicuro che si tratta di materia interessantissima che, tra l’altro, potrebbe darci la risposta scientifica a fenomeni che magari da “praticoni” abbiamo già avuto modo di constatare ma di cui non sappiamo dare spiegazioni razionali .

E’ facile constatare come, ad es., in certi ambienti, potremmo prelevare tonnellate di scardole con la certezza che l’anno successivo ce ne saranno anche di più, in altri, invece, prelevare anche un solo luccio potrebbe essere rischioso per la sopravvivenza della specie. Se vogliamo esempi … non muniti di pinne, è sotto gli occhi tutti che la specie cinghiale, nonostante abbattimenti nell’ordine di decine di migliaia di capi, aumenta ogni anno, mentre la coturnice, nonostante misure di protezione drastiche sta scomparendo e andrebbe salvaguardato ogni singolo esemplare …

Come dicevo, per tutto ciò vi sono spiegazioni scientifiche con l’aiuto delle quali ci si potrebbe costruttivamente confrontare, piuttosto che schierarsi “pro” o “contro”.

In altro analogo thread (al quale rinvio), qualche tempo fa, sostenevo che il no kill può essere un interessante modo di fruizione piscatoria del fiume, ma la pesca deve essere considerata come “optional” per una corretta gestione del fiume che è un bene da tutelare a prescindere dalla possibilità di poter pescare: poi, se si decide che vi può anche pescare, si può discutere sul “come”.

Mi rendo conto che quando mi impelago in queste discussioni rischio sempre di uscire dal seminato ..... . Non mi dispiacerebbe, comunque, che il Club potesse promuovere qualche serata dove un ittiologo “vero” potesse esporre qualche fondamentale cognizione in materia. Non sarebbe male, in tal caso, coinvolgere anche altre associazioni che ne sono, forse, anche più “bisognose” di noi ...

Cordialità.

Eugenio Poloni

Data d'iscrizione : 02.11.09

Torna in alto Andare in basso

Re: no kill...or not no kill?????

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum