Pesca con la mosca MFCS
Ciao !

Il Forum "MFCS" è un normalissimo Forum, dove, chiunque è il benvenuto e può chiedere/dare consigli... o semplicemente condividere le proprie esperienze piscatorie.

Per accedervi basta iscriversi senza alcun obbligo di diventare ( o essere ) socio del club.

Questo è un forum libero e alla portata di tutti ... esperti pescatori o meno.

Quì, Tu sei il benvenuto.

Buona navigazione.


JJM

Accedi

Ho dimenticato la password

Gennaio 2019
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

Ultimi argomenti
» Gestione e amici del FLY FISHING ASCOLI
Mar 2 Ott 2018 - 14:36 Da Fly.dun

» presentazione nuovo e inesperto
Gio 14 Giu 2018 - 15:57 Da Admin

» ZRS Pioraco 2016...progettone !
Dom 9 Ott 2016 - 10:04 Da Admin

» Proposta di legge regionale
Gio 24 Mar 2016 - 21:56 Da MagicFLY

» Auguri a...
Dom 20 Mar 2016 - 20:25 Da MagicFLY


COMITATO SALUTE TERRITORIO CORRIDONIA

Andare in basso

COMITATO SALUTE TERRITORIO CORRIDONIA

Messaggio Da Admin il Dom 23 Dic 2012 - 11:28

Ciao a tutti !

Barbara ed io abbiamo avuto la fortuna e il grande piacere di conoscere Andrea, un ragazzo di Corridonia simpatico e molto educato, oltre ad avere una buona cultura.

Andrea, questo ragazzo di Corridonia, si spacca in quattro per tutelare l'ambiente e la salute delle persone e non ha nessuna paura di impegnarsi/ lavorare per raggiungere buoni risultati... ma da solo è una impresa impossibile allora a Corridonia è nato un Comitato.

Andrea mi ha inviato una mail dove mi aggiorna sulla questione della costruzione della centrale a biogas.

Caro Paolo,

sono Andrea del comitato. Ti invio gli ultimi comunicati per introdurti nel dettaglio la questione.
L'ultimo file che ti allego, invece, offre una breve paronamica sul biogas di speculazione.


La costruzione della centrale a biogas avanza e le azioni del comitato non sono da meno.
Abbiamo saputo che il 14 dicembre 2012 ci sarà il collaudo
dell'impianto e per questo abbiamo inviato un esposto a tutte le autorità competenti, in primo luogo al Sindaco di Corridonia nella sua qualità di autorità sanitaria, affinché accertino la effettiva corrispondenza del costruito con il progetto definitivo e, sopratutto, controllino che l'impianto sia stato realizzato in modo tale da garantire la salute pubblica e scongiurare l'inquinamento delle falde acquifere.
Nei sopralluoghi da noi effettuati nei giorni scorsi, infatti, erano in corso opere di posa di cemento e considerato che il cemento ha un tempo di asciugatura di 28 giorni, riteniamo che il collaudo possa essere realizzato in un tempo non congruo per la verifica statica dei manufatti realizzati ed in particolare per la vasca di stoccaggio del digestato.

Ci riserveremo di prendere adeguati provvedimenti qualora tali controlli non venissero effettuati secondo la normativa.

Abbiamo inoltre inviato ai Comuni di Corridonia, Morrovalle e Monte San Giusto la richiesta di far intervenire l'Autorità di Ambito Territoriale Ottimale per la tutela della risorsa idrica. E' stato richiesto anche di avere risposta dall'ARPAM e dalla Provincia di Macerata sulla legittimità della centrale a biogas autorizzata a Corridonia relativamente al cumulo con altri progetti di energia rinnovabile presenti non considerati dalla Regione Marche.

Quest'ultima il 10 dicembre 2012 è intervenuta sulla vicenda dell'energia "rinnovabile" con una proposta di Legge Regionale definendo le [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] <---- ( LINK , ndr ) per la realizzazione degli impianti a biogas e biomassa. Una colossale presa per i fondelli nei confronti dei cittadini marchigiani che hanno visto prima l'approvazione della legge regionale 3/2012, palesemente incostituzionale, non conforme alle normative europee ed irrispettosa dei diritti dei cittadini. E' in base a questa legge, che verrà giudicata dalla Corte Costituzionale il 26 febbraio 2013, che sono avvenute le autorizzazioni.

La definizione delle aree non idonee è un ammissione dell'errore di incapacità di governo della Regione Marche, che ha aperto un grave conflitto con i cittadini. La Corte Costituzionale potrà rendere nulla l'efficacia dell'autorizzazione in base alla quale si stanno ultimando i lavori dell'impianto di Sarrocciano.

Continueremo a lottare contro la centrale a biogas di Corridonia anche perchè sorge in un area non idonea in quanto sussiste il vincolo di varco fluviale, l'impianto è inserito nell'Area paesaggio agrario di interesse storico-ambientale, nell'Area per rilevanza dei valori paesaggistici e ambientali, nell'Area ad alta percettibilità visiva.

La Regione Marche riceverà, entro questo Natale, il pacco delle istanze di autotela dei cittadini di Corridonia, Morrovalle e Monte San Giusto.
Con l'autotutela apriremo una vertenza risarcitoria
di grandi dimensioni a favore dei cittadini colpiti. E non saremo soli, lo faranno anche gli abitanti di Petriolo, Fano, Sant'Elpidio a Mare, San Benedetto del Tronto e di altri 20 Comuni della regione.

Siamo cittadini, non sudditi.

Il Comitato

mercoledì 7 novembre 2012 al teatro Lanzi di Corridonia si è tenuto il sesto incontro pubblico del comitato "Salute e conservazione del territorio per Corridonia" per parlare della centrale a biogas di
Sarrocciano.

L'incontro è iniziato con la relazione del dott. Giovanni Vantaggi, Coordinatore per l'Umbria dell'Associazione Medici per l'Ambiente (ISDE-Italia), che ci ha offerto una riflessione
sull'opportunità di produrre biogas. Realizzare biometano in purezza tramite delle piccole centrali che immettano il gas nella rete, utilizzando gli scarti di aziende zootecniche e agricole, è ecologico,
economico ed, energeticamente parlando, virtuoso. Produrre gas da colture dedicate, con centrali di grandi dimensioni che bruciano idrocarburi per produrre principalmente energia elettrica da vendere, è
quanto di più lontano dal concetto di energia "rinnovabile". E bruciando, queste centrali producono ogni giorno per almeno quindici anni diossine, furani, Ipa, Formaldeide, polveri sottili, idrogeno
solforato. Sostanze dannose alle quali si aggiungono tonnellate di digestato contente azoto (nitrati) e microbatteri pericolosi per l'ambiente, l'uomo e che possono compromettere le falde acquifere.
Una soluzione energetica, con scopi economici privati, completamente sbagliata, con l'aggravante che la centrale in costruzione a Sarrociano è a ridosso del fiume Chienti.

Adriano Mei, Coordinatore dei Comitati in Rete di cui il comitato di Corridonia fa parte, ha continuato l'incontro partendo dalla riflessione sul diritto ad un ambiente salubre. L'autorizzazione della Regione Marche alla realizzazione della centrale a biogas di Corridonia, come per le altre trenta sparse nel territorio marchigiano, è palesemente irrispettosa dei diritti dei cittadini e contraria alle normative europee. Nello specifico, il progetto del "nostro" impianto ha visto, nel momento della sua presentazione lo scorso anno, l'inizio della procedura di Valutazione d'Impatto Ambientale. La VIA stava, però, ostacolato
seriamente l'approvazione della centrale così che il Consiglio Regionale è intervenuto con una norma, contenuta nella legge di stabilità del 2011, che eliminava l'obbligatorietà della VIA per gli impianti di
quelle dimensioni. Invece di togliere i problemi, hanno cancellato le regole.
Alla Conferenza dei Servizi di febbraio 2012 poi, mentre il Comune di Corridonia esprimeva il proprio dissenso all'approvazione, la Regione Marche scavalcava con la legge 3/2012 il veto del Sindaco, declassandolo insieme a quello di altri enti locali a mero parere non vincolante. Insomma, per dirla come il vicepresidente della Giunta Regionale, "bisogna tutelare anche i diritti degli speculatori".

Il conflitto ambientale, politico e giuridico provocato dalla Regione, che
sarà giudicato per la sua legittimità dalla Corte Costituzionale il prossimo febbraio, ha mobilitato cittadini, associazioni e sindaci della non più tranquille e verdi Marche. Noi insieme agli altri comitati
stiamo facendo valere i nostri diritti tramite azioni concrete ed istanze di risarcimento danni al patrimonio ed alla salute dirette all'amministrazione regionale.
Anche le istituzioni presenti all'incontro, il Consigliere Regionale Marangoni, i Sindaci di Morrovalle e Monte San Giusto hanno manifestato l'appoggio alle iniziative dei comitati. Gli altri presenti, il gruppo consiliare Lista Civica, Corridonia Città Virtuosa e l'Assessore Cesca sono dalla parte dei cittadini.

Proporremo nei prossimi giorni al Comune di Corridonia, di Morrovalle e Monte San Giusto una delibera che raccoglierà tutte le istanze del comitato per tutelare il paesaggio, per difendere il diritto alla salute, alla proprietà e all'iniziativa economica.

Siamo cittadini, non sudditi.


Il comitato


profilo facebook: COMITATO
SALUTE TERRITORIO CORRIDONIA


gruppo facebook: COMITATO
SALUTE E CONSERVAZIONE DEL TERRITORIO PER CORRIDONIA


(Allegati)
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Paesaggio agrario di interesse storico-ambientale





[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Area ad alta percettibilità visiva.










[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Area per rilevanza dei valori paesaggistici e ambientali.









[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
circolo.



Mi sembra che il MFCS sia motivato nel raggiungere gli stessi obbiettivi... vogliamo organizzare un incontro ? Penso proprio di si .


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Admin
Admin

Data d'iscrizione : 31.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: COMITATO SALUTE TERRITORIO CORRIDONIA

Messaggio Da MagicFLY il Dom 23 Dic 2012 - 14:33

Purtroppo sono "molto ferrato" sull'argomento, in quanto anche a Petriolo c'è la seria possibilità di doversi sorbettare tale schifezza. Chi conosce l'argomento è al corrente delle, quanto meno, ODIOSE attività dei nostri amministratori regionali .... qui mi fermo .... è meglio.
Piena solidarietà ed appoggio (non solo morale), al comitato di Corridonia.
Ciao
avatar
MagicFLY

Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 51

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum